Programma ufficioso (il programma definitivo sarà in rete il 21 agosto 2017)



Aspettando il Festival


Sabato 19 agosto 2017

Capanna Pairolo

ore 20.30

Per non dimenticare

W di Walter
di Paola Nessi (Italia) 80 minuti.

Walter Bonatti e Rossana Podestà si sono conosciuti quando entrambi erano al termine delle loro carriere. Famosa attrice internazionale lei, amatissimo esploratore di terre lontane e, soprattutto, l'uomo che ha fatto la storia dell'alpinismo mondiale lui, scomparso il 13 settembre 2011. Due vite diverse, estremamente diverse che, come dice Rossana, sono lentamente scivolate l'una nell'altra creando un legame indissolubile. Questo film è l'ultimo gesto d'amore che Rossana, deceduta il 10 dicembre 2013, ha offerto al suo Walter, raccontando con intensa dolcezza e semplicità la vita di un grande uomo.


Ventiquattresima edizione dal 25 agosto al 2 settembre 2017


Venerdì 25 agosto 2016

Cademario, Sala del Municipio

ore 20.30

Meru
di Jmmy Chin e Elizabeth Chai Vasarhelyi (USA) 87 minuti


Questo film ci racconta la storia di tre esperti scalatori che sacrificano tutto, meno che la loro amicizia, per completare la scalata della «pinna di squalo» del monte Meru, su una delle pareti più insidiose dell’Himalaya.



Sabato 26 agosto 2017

Lugano-Trevano - Aula Magna SUPSI

Ore 18.30


Apertura dell'esposizione «Montagne»

di Ernst Tschaggelar,
presentazione di Dalmazio Ambrosioni, critico d’arte

Ore 20.30

Tom
Angel Esteban e Elena Goatelli (Spagna - Italia) 68 minuti
Gran Premio di alpinismo al festival di Autrants

Tom vive in un camper insieme al suo anziano padre James. Sua madre, la celebre alpinista Alison Hargreaves, ha perso la vita scendendo dal K2 quando Tom aveva appena 6 anni e da allora il piccolo ha deciso di perseguire con tenacia il sogno di diventare alpinista e di scalare le sei pareti nord delle Alpi in un solo inverno. Nessuno è mai riuscito a farlo con questa cadenza e lui vuole diventare il primo. Accompagnato dal padre alla guida di un furgoncino bianco, Tom affronterà ogni rischio per riuscire a realizzare il suo sogno.

segue:

Tupendeo – One mountain, two stories
di Robert Steiner (Svizzera) 27 minuti
Premiato a Trento


Mentre sono intenti a raggiungere la vetta del Tupendeo nel Kashmir, Stephan Siegrist e Thomas Senf si trovano di fronte ad un mistero: trovano una corda usata per la discesa. Le loro ricerche su questa misteriosa corda abbandonata li porterà a ricostruire un drammatico episodio perso nella memoria del tempo.



Lunedì 28 agosto 2017
Lugano - Piazza San Rocco
(in caso di cattivo tempo: Lugano-Trevano, Aula Magna SUPSI ore 20.30, info telefono 1600)

Ore 20.30


Omaggio a Ueli Steck
Silverfinger

di Kaspar Ochsner (Svizzera) 8 minuti

Ueli Steck racconta la prima scalata di questa via effettuata in gioventù con attrezzatura e stile di quei tempi. Nella primavera del 2004 ritorna, ora campione di fama internazionale, a ripercorrere ancora una volta quella via che da giovane l’aveva così tanto affascinato. La sua linea è bella come 13 anni prima. Solo lui ora è cambiato, non nello spirito e nel suo approcciarsi alla parete, ma nel metodo: Ueli scalerà la grande parete senza attrezzatura di sostegno, usando solo scarpe da arrampicata e una borsa di magnesio. Ciao Ueli, noi ti ricorderemo cosi!

segue:

Freedom Unter Load
di Pavol Barabas (Slovacchia) 58 minuti
premiato a Bilbao, Torello e Zakopane

I portatori che vivono sugli Alti Tatra hanno trovato in questa attività una scelta di vita estrema che li vede attraversare temporali e bufere, portando sulle spalle carichi enormi con una determinazione impressionante. Paradossalmente, proprio nello scontro con queste avversità, riescono a trovare una forma di quiete che rende la loro fatica simile ad un esercizio spirituale.



Martedì 29 agosto 2017

Lugano - Piazza San Rocco
(in caso di cattivo tempo: Lugano-Trevano, Aula Magna SUPSI ore 20.30, info telefono 1600)

Ore 20.30

Dhaulagiri, ascenso a la montana blanca
di Cristian Harbaruk (Argentina) 73 minuti

Genziana d’oro e premio del Pubblico Trento

Quattro amici argentini, Guillermo, Christian, Sebastian e Dario, decidono di girare un documentario che racconti la loro ascesa al Dhaulagiri. Ma Dario muore durante il tentativo di raggiungere la vetta in solitaria. Una volta rientrati, Guillermo inizierà a documentare un secondo viaggio, che lo porterà a seguire i suoi compagni su questa per loro tragica montagna.

segue:

Metronomic
di Vladimir Cellier (Francia) 16 minuti

Premiato a Banff e a Cervinia

Dall'incontro di alcuni gruppi di acrobati, di danzatori dell'aria e di un gruppo musicale, artisti nelle vertiginose gole e pareti del Verdon in Francia, è nato uno spettacolo irripetibile, una performance basata in larga parte sull'improvvisazione più spericolata, sul rischio e sulla sfida alle leggi della gravità. Musica, verticalità e adrenalina.


Mercoledì 30 agosto 2017

Lugano-Trevano - Aula Magna SUPSI

Ore 18.00


Concorso Internazionale per Videoamatori
Premio TeleTicino, edizione 2017,
con il patrocinio dell’UNICA (Union internationale du Cinema), affiliata all’UNESCO.
Proiezione dei film selezionati

segue:

Ore 20.30


Erbonne
di Gianni Volonterio (Italia) 23 minuti,
film vincitore del Premio TeleTicino 2016

Immerso nel verde, sotto il monte Generoso, dove la Valle d’Intelvi (Italia) raggiunge la Valle di Muggio (Svizzera), in un minuscolo borgo rurale ben conservato si respira ancora la tranquilla e laboriosa atmosfera di epoche passate.

segue:

Concorso Internazionale per Videoamatori, edizione 2017
Proclamazione e premiazione dei vincitori

segue:

Rievocazione storica

Catherine Destivelle
Eiger Parete Nord 1992
di Stephane Deplus (Francia) 27 minuti,

a 25 anni dalla prima invernale femminile solitaria

Dopo un lento avvicinamento alle solitarie femminili, ecco che nel 1991 esplode quello che sarà l'inizio folgorante dell’alpinismo al femminile con le sue spettacolari solitarie invernali: Catherine Destivelle scala una dietro l’altra le tre grandi pareti delle Alpi in pochi anni.



Giovedì 31 agosto 2017

Lugano-Trevano - Aula Magna SUPSI

Ore 20.30


Le donne della montagna
La Bergère des glaces

di Christiane Mordelet e Stanzin Dorjai (Francia/Laddak) 74 minuti
Premiato a Banff e a Autrans



Nella valle dei Gya-Miru nel Ladakh, a più di 5000 metri di quota, vive una pastora con le sue 300 pecore e capre in mezzo a montagne deserte e selvagge. Malgrado le condizioni di vita difficili, lei ci mostra, oltre ad una resistenza fisica non comune, anche una sorprendente forza spirituale.

segue:

Mira
di Lloyd Belcher (Hong Kong/Nepal) 42 minuti

Premiato a Kathmandu e a Vancouver

Nell’estate del 2014 Mar Alvarez è diventata la quinta donna nella storia ad aver superato difficoltà di scalata 9a/5.14d. A rendere ancora più entusiasmante questa impresa è il fatto che Mar non è una scalatrice professionista, ma lavora a tempo pieno nei vigili del fuoco.



Venerdì 1. settembre 2017

Lugano-Trevano- Aula Magna SUPSI

Ore 20.30


Alpinismo per un uomo qualunque
«Paolin» Steiner e i suoi 95 anni
Diaporama di Reto Nai e Marco Grandi

segue:

World Mountain Film Prize

Concorso tra i Gran Premi dei vari Festival internazionali presenti, seconda edizione.
Proclamazione e premiazione del vincitore e proiezione dell’opera vincitrice.

segue:

Premio Alliance 2017 a Gilles Chappaz
Sur le fil des 4000

di Gilles Chappaz (Francia) 50 minuti

Nel 2004 Patrick Bérhault e Philippe Magnin partono per un Grand Tour delle Alpi con l’intento di scalare tutte le 82 vette alte più di 4000 metri. Entrambi conosciuti per il loro approccio da puristi alla montagna, affrontano condizioni meteorologiche in continuo cambiamento e lunghi percorsi ad alta quota tra una vetta e l’altra e la soddisfazione è enorme. Forti della loro esperienza, conoscenza della montagna e tecnica collaudata, affrontano un viaggio verso l’ignoto fino al 28 aprile, quando, dopo due mesi, il destino si para contro... e la tragedia interrompe il sogno. «Sur le fil des 4000» racconta un viaggio che combina idealismo e piacere, ma ciò che conta di più è la grande amicizia tra i due alpinisti ed il loro amore per la montagna...



Sabato 2 settembre 2017
Lugano-Trevano- Aula Magna SUPSI

Ore 18.30

Presentazione de «Il libro che non c'è»
Lago di Origlio, un Paradiso non ancora perduto.

di Ely Riva

Ore 20.30

Consegna Memorial Luca Sganzini

segue:

Umberto Guidoni astronauta
Conferenza con proiezioni
Entrata Fr. 10.-




Tutte le serate, dove non è indicato, saranno ad entrata libera.
Alla sala del Festival sarà in funzione una buvette e saranno serviti pasti caldi.


Decentralizzazioni del Festival dei Festival

dal 4 al 10 settembre 2017
Cabanne Moiry - Filmati del Festival

15 settembre 2017
Parco della Breggia - Filmati del Festival

Novembre: data da stabilire
Ospiti della manifestazione:
Rencontres et découvertes du cinema de montagne

Filmati del Festival
Genève – Chêne-Bourg, ore 20.00 - Salle «Point Favre»


Ottobre:
Avvicinamento alla montagna

due incontri con gli allievi delle Scuole Medie (sede da concordare) durante la Scuola montana.



Contatti: Info@festival-dei-festival.ch Cell. 0041 79 2300873